Combattere l’ansia da COVID-19  

La dottoressa Carla Edwards è una psichiatra dello sport e consulente di salute mentale per gli atleti d’élite in Canada. Qui esamina alcuni modi in cui è possibile affrontare i sintomi dell’ansia correlati all’emergenza COVID-19.  

  • La dottoressa Carla Edwards sta assistendo gli atleti canadesi soggetti a problemi di salute mentale legati al COVID-19.  
  • In collaborazione con la dottoressa Jane Thornton, esperta di medicina dello sport, ha creato una risorsa molto apprezzata per aiutare gli atleti ad affrontare questa nuova realtà. 
  • Qui spiega come creatività, flessibilità e capacità di adattamento siano fondamentali per superare questo periodo di grande incertezza. 

L’ansia può esistere come sintomo in sé senza essere un disturbo e penso sia importante capire che nelle circostanze attuali è normale per tutti noi provarne un po’.  

Questo stato di ansia ci spingerà a essere più socialmente responsabili e a prendere le decisioni giuste in questo momento, ma per le persone abitualmente soggette ad ansia (ovvero chi, anche prima della pandemia, aveva difficoltà a dormire, concentrarsi o focalizzare, e provava preoccupazione per la vita e la salute in generale), l’aggiunta di un evento di questa portata può aggravare questa condizione e interferire con le attività quotidiane.  

Per chi di voi ha bisogno di poter contare su orari, regimi alimentari e programmi di allenamento definiti, o in generale di prevedibilità nella propria vita, l’assenza di tali sicurezze può indebolire la vostra capacità di reagire. In questo momento, per voi è importante ricevere sostegno per creare nuovi programmi, cambiare la vostra prospettiva sugli eventi ed essere più flessibili nella risposta alla realtà attuale.  

Sintomi sovrapponibili 

Molti di voi sono tornati a casa dopo aver viaggiato in tutto il mondo (esponendosi potenzialmente al COVID-19), quindi hanno avuto crescenti preoccupazioni riguardo a una possibile infezione. Questa maggiore preoccupazione può implicare il manifestarsi di sintomi simili o uguali a quelli provocati dal COVID-19.  

Tra i sintomi simili, che potrebbero generare confusione, figurano fiato corto, costrizione toracica e sensazione di malessere generale. A volte la tensione muscolare causata dall’ansia può determinare una mialgia (dolore generalizzato), altro sintomo del COVID-19. La preoccupazione e lo stress possono causare difficoltà a dormire. Se non dormite bene, il giorno dopo potreste sentirvi apatici e stanchi, altri sintomi tipici del COVID-19.  

Tutto considerato, potrebbe apparire complesso comprendere la reale patologia da cui si è affetti, ma alcune tecniche molto semplici possono contribuire a sciogliere i dubbi. Il malessere da COVID-19 persiste per la maggior parte del tempo e talvolta peggiora durante la notte, mentre l’ansia può essere gestita con tecniche di respirazione, rilassamento e distrazione o svolgendo le consuete attività quotidiane.  

L’importanza del sonno 

I disturbi del sonno sono tra i maggiori problemi riscontrati tra gli atleti da quando si è diffusa la pandemia, e non è un caso. Si potrebbe pensare che parte di ciò sia dovuto all’ansia e alla preoccupazione, ma non è esattamente così: i veri colpevoli sono i cambi di programma. Siete abituati a una rigida programmazione oraria per il sonno, l’allenamento e i pasti, ma le variazioni di questo periodo vi impongono di pianificare la giornata in piena autonomia.  

Molte delle raccomandazioni suggerite dai membri del Team di Supporto Integrato (IST) e da chi si sta occupando di questa tematica si concentrano proprio sull’importanza di definire un programma, nel quale deve rientrare anche la pianificazione delle ore di sonno. Chi riesce a dormire bene affronta meglio le giornate, si sente riposati e più forte e riesce a guardare da una prospettiva più equilibrata a ciò che affronteremo nei prossimi mesi.  

Siate creativi, siate flessibili 

Tutti noi dobbiamo adattarci a questa situazione e gli allenatori stanno ancora cercando di capire quali modifiche apportare in questo momento. Creatività, flessibilità e capacità di adattamento sono le tre qualità più importanti per poter superare tutto questo, in particolare per chi di voi sta cercando di trovare un modo per mantenere la propria forma fisica, essere attivo e avere di nuovo una routine.  

Creatività, flessibilità e capacità di adattamento sono le tre qualità più importanti per poter superare tutto questo

Come state adattando il vostro ambiente alla situazione attuale? Alcuni di voi si troveranno in una situazione più difficile, ad esempio perché non ci sono piscine disponibili. I mountain biker continuano invece ad allenarsi in montagna, mentre altri ordinano ostacoli su Amazon, cercando un modo per mantenere la forma a casa. È il momento giusto per espandere la mente, essere creativi, fare ricerche online e parlare con gli amici per farsi venire qualche idea. Si può essere creativi in mille modi diversi.  

Leggete il nostro articolo sul decluttering per fare ordine intorno a voi e nella vostra mente 

Trovate il giusto equilibrio sui social media 

Penso che all’inizio di questa pandemia le persone fossero sopraffatte dalla quantità di informazioni lette o viste, ma ora credo sia il momento di prendersi una pausa e scegliere quali piattaforme e fonti di informazione consultare con giudizio.  

Ci sono webinar che si svolgono su base settimanale e c’è chi organizza pause caffè su Zoom, a cui potete partecipare in qualsiasi momento per parlare di ciò che volete. Cercate allenamenti online da seguire e suggerimenti utili, ma cercate di stare un po’ lontano dal telefono o dai notiziari, per connettervi alla vostra giornata e al vostro ambiente.  

Questa è la nuova realtà, per ora, e dobbiamo esserne partecipi e consapevoli: questo ridurrà effettivamente l’ansia generale. 

Per consultare i consigli della dottoressa Jane Thornton, esperta di medicina dello sport, su come riconsiderare e affrontare questa situazione senza precedenti in modo positivo, cliccate qui.