Il CIO conferisce a Malcolm Arnold e a Ulla Koch il Coaches Award

Il Coaches Lifetime Achievement Award del CIO è stato creato tre anni fa come riconoscimento per gli allenatori che hanno dedicato la propria vita ad allenare alcuni dei migliori atleti che abbiano partecipato ai Giochi Olimpici. Quest’anno, Malcolm Arnold OBE, allenatore di tre campioni olimpici di atletica leggera, e Ulla Koch, che ha portato i suoi atleti alla vittoria di 34 medaglie internazionali, sono stati premiati con una cerimonia al Museo olimpico di Losanna.

  • Il presidente del CIO Thomas Bach e il presidente della Commissione di Entourage degli atleti Sergey Bubka hanno rispettivamente conferito i premi a Ulla e Malcolm.
  • Entrambi i vincitori sono stati acclamati come “allenatori straordinari” durante la cerimonia.
  • Diversi partecipanti hanno reso omaggio a Ulla e Malcolm, inclusi i familiari, gli amici e coloro che li hanno presentati come candidati.

Alla terza edizione del Coaches Lifetime Achievement Award del CIO, Malcolm Arnold OBE e Ulla Koch sono stati premiati per la loro grande dedizione all’allenamento e alla formazione di atleti di successo.

Dare il massimo per l’atletica leggera

Ai Giochi di Monaco 1972 Malcolm supervisionò la vittoria di John Akii-Bua nei 400 m ostacoli: l’atleta divenne il primo campione olimpico in assoluto sia per il suo paese, l’Uganda, sia per il suo continente, l’Africa, stabilendo inoltre un tempo record mondiale. Successivamente alla nomina a Direttore della Welsh Athletics e della British Athletics, Malcolm ha anche allenato il detentore del record mondiale e campione olimpico Colin Jackson, ed è stato insignito dell’Ordine dell’Impero britannico (OBE) nel 2012.

“La comunità atletica è molto unita, ed essere riconosciuti in questo modo è un grande onore”, ha dichiarato Malcolm. L’allenatore britannico ha poi ringraziato la sua famiglia per averlo sostenuto nel corso della sua carriera. “È sempre importante avere una grande famiglia alle tue spalle, e sono stato molto fortunato al riguardo.”

Un umile vincitore

Uno degli atleti allenati da Malcolm, Lawrence Clarke, classificatosi quarto nei 110 m ostacoli ai Giochi di Londra 2012, è stato il fautore della candidatura del suo ex allenatore.

“Le persone che hanno maggior successo non ne fanno mai menzione, perché è l’impegno profuso a parlare per loro. E questo è il caso di Malcolm: se lo merita più di chiunque altro. Ha certamente cambiato la mia vita e quella di altre persone.”

Creare ginnaste vincenti

Ulla Koch ha iniziato la sua carriera di allenatrice di ginnastica artistica nel 1975 e allena la squadra tedesca dal 2005. È anche membro della Commissione Allenatori della Confederazione Olimpica Tedesca dello Sport (DOSB) e ha contribuito alla formazione di altri allenatori in Germania.

“Quando mi hanno detto che avevo vinto questo premio, sono rimasta senza parole”, ha dichiarato Ulla. “Per me è davvero un onore.” Ha anche spiegato la sua filosofia di formazione degli atleti. “Commettere errori è umano. Se un atleta perde ai Giochi olimpici, devi prendertene cura e sostenerlo.”

“Più di un’allenatrice”

Veronika Rücker, Segretario Generale del DOSB, l’ha candidata per il premio. Ulla è più di un’allenatrice. Si occupa anche della vita degli atleti al termine della loro carriera sportiva, e ha fatto sì che molti di essi diventassero allenatori a loro volta, e questo è molto importante sia per loro che per il futuro della Federazione Tedesca di Ginnastica.”

Entrambi i vincitori hanno ringraziato coloro che li hanno candidati, nonché il presidente Bach e Sergey Bubka per il loro impegno e per aver reso possibili i loro risultati.

Volete scoprire di più sulle carriere e i successi che hanno reso Malcom e Ulla meritevoli del Coaches Lifetime Achievement Award del CIO? Cliccate qui per saperne di più.